Perdersi

Ci si perde come foglie
staccate: in un niente.
Una distrazione del vento
che fra gli alberi incede,
cedendo il suo tempo
in vortici: come lancette
nell’aria ruotano confuse
le foglie, senza più radici.
Giri continui ad inseguire
vuoti colmi di sussurri:
freddi lamenti perduti,
seppur liberi, segnano
l’inizio di inverni
lunghi e rigidi.
Perdersi è sentirsi nudi,
provando vergogna
per la propria
solitudine piena.

8 risposte a "Perdersi"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Inizia con un blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: